Cynthia, Capitan Scardola Rimane E Rilancia: “La Botta Della Retrocessione Non Ancora Riassorbita, Ma Siam Pronti Alla Nuova Sfida”

Non ha fatto sconti a nessuno mister Staffa che dal 24 luglio ha convocato i suoi giocatori per iniziare la preparazione in vista degli impegni ufficiali della stagione 2017/18 e dopo una settimana di allenamenti soltanto pomeridiani da oggi si inizia la fase delle doppie e chiaramente la curiosità è tanta per una squadra ed una società da sempre leader dei Castelli Romani e del Lazio. Per una chiacchierata amichevole ci siamo imbattuti in Edoardo Scardola, granitico difensore centrale classe 1992, che ci ha fatto prima un piccolo riassunto del suo curriculum e ci ha quindi illustrato speranze ed ambizioni che albergano al ‘Comunale’ di Genzano (n.d.c. che si spera tramuti presto il suo nome in Stadio Bruno Abbatini come chiesto da una corposa massa di cittadini genzanesi…):

“Ho iniziato giovanissimo a girovagare toccando anche mete professionistiche come Avezzano, Arezzo, Fondi ed Ischia per approdare quindi alla Lupa Roma dove la malasorte mi ha costretto ad un lungo e forzato stop per la rottura dei legamenti e parzialmente della rotula di un ginocchio. Con tanta forza di volontà e con tanta abnegazione mi sono rimesso in gioco ripartendo da Nettuno dove ho disputato un grande campionato con mister Flavio Catanzani, ma poi non ho potuto resistere al fascino del Cynthia, la cui maglia indosso ormai da tre anni. Non nascondo che durante l’estate sono state molte le squadre che mi hanno contattato, anche di spessore, ma ormai sono genzanese di adozione e la società ha saputo anche adularmi con il richiamo irresistibile della fascia di capitano. E quindi anche io ho dovuto rispondere OBBEDISCO rimandando al mittente i vari richiami di sirene tentatrici. E’ chiaro che la botta della retrocessione dalla Serie D non è stata ancora assorbita del tutto dall’ambiente ma credo di poter dire che già dai primi vagiti sta crescendo una squadra che si trasformerà nella mina vagante del campionato. Abbiamo disputato una prima amichevole soltanto dopo pochi giorni di lavoro contro la titolatissima SSF Atletico che aveva da tempo cominciato prima di noi ed abbiamo fatto la nostra onesta figura perdendo soltanto nel finale. Un’altra nota positiva che mi ha convinto a restare è stata quella che mister Staffa già mi aveva cercato nella scorsa stagione a Civitavecchia e quindi so di godere della sua stima ed il rapporto che si sta instaurando con tutti i compagni è ottimale: siamo rimasti in pochi dello scorso campionato (Scarsella, Paloni, Martena etc.) ma sono arrivati anche compagni di rilievo come il rientro di Mortaroli, gli ingaggi di Di Mario, Teti, Fabiani, Cannariato etc.) ed un nugolo di belle speranze fermo restando che i giovani migliori sono rimasti con noi. Insomma come si dice in gergo ci siamo leccati le ferite ed ora siamo pronti nuovamente a lanciare il nostro guanto di sfida…”

Grazie Edoardo e chiaramente sai bene che il Cynthia è una delle squadre adottate dal Gufo…

Bruno Bellucci – L’occhio del Gufo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *