Determinazione Cynthia

Villalda Cres – Cynthia 3 – 4

Rocambolesca, sudata, tremendamente voluta. E’ questo il riassunto folle di una partita che non è stata mai noiosa, e che questa volta si chiude con l’esultanza della Cynthia.

Nel primo minuto di gioco, la Cynthia va in vantaggio, una palla al limite dell’area viene addomesticata da Vartolo, pennellata per Scacchetti che incrocia sotto il set. Il vantaggio non basta, la Cynthia è li e una splendida infilata di Labagnara mette Di Mario in porta che non sfata il tabù maledetto di questo periodo dove la palla sembra non voler entrare. Gol non fatto, Gol Subito… Ingenuità in fase di possesso e in ripartenza i padroni di casa trovano il pareggio.
La Cynthia accusa il colpo e addirittura va sotto subendo una serpentina solitaria fin troppo comoda. Si accendono gli animi e il direttore di gara perde il polso della gara, salvandosi solo con la fine della prima frazione di gioco. La Cynthia torna in campo col piglio giusto e trova il pari con un bolide di Di Mauro che trasforma una seconda palla in una finalizzazione perfetta. L’inerzia è genzanese e sembra che ci siano tutti i presupposti per vincere… Ma la doccia gelata è dietro l’angolo, anzi è nel calcio d’angolo che porta nuovamente i padroni di casa in vantaggio con un colpo di testa che si infila all’angolino. La Cynthia reclama una spinta apparsa netta sul gol ma l’arbitro convalida ed esaspera gli animi, sventola cartellini come se fosse un esercizio di tonificazione per le spalle. A 20° minuti dal termine Fiasca viene brutalmente atterrato e l’arbitro non interviene, sorvolando e scatenando ancora le ire genzanesi…
Vartolo chiede spiegazioni come Capitano della squadra, richiamando l’intervento sanitario per soccorrere il compagno dolorante. Il direttore di gara gli sventola davanti il secondo giallo e la conseguente espulsione… ancora una volta 10 contro 11 e sotto 3-2, la sconfitta si profila chiaramente, ma il cuore prende il dominio, la Cynthia  si spinge forsennatamente nella metà campo avversaria creando occasioni su occasioni… Scacchetti a botta sicura viene murato sulla linea e sul successivo calcio d’angolo, Di Mario sfata il periodo di legni e miracoli infilando di testa il pari… Ma non basta, la Cynthia si spinge oltre  a cercare energie nascoste per vincerla e al minuto 90 una palla di Lauri, viene deviata da Fiasca e spinta in rete con una grande rotazione dalla testa di Di Mario. Si è rotto l’incantesimo, la palla è entrata, Di Mario porta in vantaggio la Cynthia e vince, la ribalta il risultato 10 contro 11, con carattere e determinazione…

L’ultima palla è del Villalba che sfiora il pari clamorosamente con una palla che vaga nell’area piccola…

Rocambolescamente, a fasi alterne, alternando errori e grandi gesti tecnici, la Cynthia ha meritato la vittoria e da domani testa al prossimo incontro in casa..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *